L’80% dei giovani è pronto al lavoro manuale. Creativo e flessibile

The Italian Makers

Meno del 10% delle ragazze considera di disporre di occasioni di impiego buone e adeguate contro circa il 15% dei ragazzi. Per la grande maggioranza le opportunità lavorative sono invece scarse (55%) o limitate (33%). E così una grande maggioranza dei giovani si dichiara disponibile al lavoro manuale, quello che forse un tempo non avrebbe preso in considerazione.

Continua a leggere

Maker fashion: a scuola di sartoria con il di(gi)tale

O

Ieri per Susanna, studentessa dell’indirizzo “Moda e abbigliamento” dell’Istituto d’Istruzione secondaria superiore A. Diaz di Roma, è stato il primo giorno di stage presso l’antica sartoria Borghetti nel centro della capitale. La segue uno dei titolari, Marco Borghetti, che le ha subito messo in mano gli strumenti del mestiere, ago, filo e ditale, per riscoprire prima di tutto la manualità e imparare a cucire. Continua a leggere

Eurispes: il made in Italy deve fare i conti con il problema dell’Italian sounding

made-in-italy

“Nonostatnte la crisi il numero delle aziende italiane esportatrici è in aumento. Bene nel 2013 le esportazioni nell’agroalimentare (33 miliardi di euro)”. Ieri è stato presentato dall’Eurispes il 26ª Rapporto Italia 2014. Per fare un servizio utile a quanti stanno partecipando al progetto The Italian Makers e a quanti lavorano per l’imprenditoria giovanile, pubblichiamo integralmente la scheda della ricerca dedicata al Made in Italy e alla cultura d’impresa. Continua a leggere

Legge di stabilità: 10 mln di euro per sostenere l’artigianato digitale

Artigianato-digitale

Stanziati 10 milioni di euro dalla legge di stabilità (5 per il 2014 e 5 per il 2015) per sostenere progetti innovativi di “artigianato digitale” e promuovere la “cultura dei makers”. Lo prevedono due commi (56 e 57) dell’articolo 1 della legge 147 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre. Continua a leggere