In Europa essere giovani e laureati è un valore aggiunto. E in Italia?

disoccupazione-giovanile

Per Alessandro Rosina, professore di Statistica sociale alla Cattolica di Milano la generazione no-jobs è il “paradosso Italia”. “Siamo incapaci di dare valore al capitale umano specifico. In tutta Europa essere giovani e laureati è un valore aggiunto, da noi no. Abbiamo meno giovani e meno laureati eppure costringiamo chi vuol lavorare qui ad abbassare le aspettative”. Il quotidiano La Repubblica oggi in edicola raccoglie dati e opinioni sulla generazione che “rischiamo di perderci se non si fanno le riforme”. Continua a leggere