e-leadership: la storia di Mohamed, da studente campione a professor Lego

Mohamed-Pisacane-Fab-Lab

La raccomandazione è contenuta anche nell’ultimo lavoro della Commissione Europea, Competenze digitali per i lavori in Europa (Comunità Europee, 2014), che ribadisce la necessità di “Gettare le basi in tenera età”. Il disallineamento tra competenze digitali e mercato del lavoro si può, e si deve, cominciare a combattere già dalla scuola primaria, e proseguire con “Sviluppo e offerta di istruzione e formazione su misura” per creare “Supporto alla carriera, apprendimento permanente e formazione in leadership digitale”.

Continua a leggere

Europa, al via il semestre italiano. Microsoft intervista Mirta Michilli

semestre-italiano

L’Europa deve ritrovare “anima”, “coraggio e orgoglio”. E puntare decisamente sulla crescita, perché altrimenti “non avrà futuro”: si è espresso così il premier Matteo Renzi pronunciando al Parlamento europeo il suo discorso sul semestre a guida italiana.
Ma qual è il punto di vista delle organizzazioni che lavorano sul campo? Quali sfide bisogna affrontare con urgenza? Come ridare futuro ai giovani? Microsoft ha intervistato Mirta Michilli, Continua a leggere

Maker fashion: a scuola di sartoria con il di(gi)tale

O

Ieri per Susanna, studentessa dell’indirizzo “Moda e abbigliamento” dell’Istituto d’Istruzione secondaria superiore A. Diaz di Roma, è stato il primo giorno di stage presso l’antica sartoria Borghetti nel centro della capitale. La segue uno dei titolari, Marco Borghetti, che le ha subito messo in mano gli strumenti del mestiere, ago, filo e ditale, per riscoprire prima di tutto la manualità e imparare a cucire. Continua a leggere

Come i robot cambiano il lavoro dell’uomo

robot-amazon

In preparazione all’ottava edizione della RomeCup abbiamo intervistato diversi esperti di robotica per cercare di capire se i robot creano o tolgono lavoro ai giovani. Pur proponendo punti di vista diverse e articolati, nessun ha mostrato dubbi: robotica industriale e di servizio sono un’opportunità che cambia e trasforma il modo di lavorare e di vivere, ma non provoca disoccupazione (vedi I robot creano lavoro?). Sabato scorso riapre il dibattito un articolo di Riccardo Luna su La Repubblica Continua a leggere

Il volo robotico bio-ispirato: droni in volo come sciami

Enea-sciame

All’ottava edizione della RomeCup 2014, allo stand dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea), abbiamo scoperto che attraverso un sofisticato sistema di comunicazione ottica sottomarina un insieme di veicoli subacquei, capaci di navigazione autonoma, sono anche in grado di muoversi in modo organizzato, cioè “a sciame”. I robot bio-inspired sono così chiamati proprio perché si ispirano alla natura, come ad esempio gli sciami di robot, che si muovono in gruppo, come i banchi di pesci. Continua a leggere

Smart City: idee e progetti per Roma Capitale. Il contributo di Alfonso Molina

Roma-smart-city

Come immaginiamo lo sviluppo della Capitale nei prossimi anni? Quali strategie possono portare Roma a raggiungere gli obiettivi di Europa 2020? Per diventare una smart city Roma deve avere la capacità di sviluppare tutte le sue intelligenze, compresa quella emotiva. Il contributo di Alfonso Molina al convegno-dibattito “Smart City: idee e progetti per Roma Capitale”. Continua a leggere

Studenti transformers: all’Itis Mattei l’innovazione sociale che trasforma le cose

innovazione-sociale-casa-mobile-mattei

Torniamo a parlare dei vincitori del concorso legato al progetto Meet no Neet prendendo spunto dall’articolo pubblicato oggi da un quotidiano locale, La Gazzetta del Molise: Microsoft premia l’Itis Mattei. Prestigioso risultato ottenuto dai ragazzi dell’Istituto tecnico di Isernia. Ma cosa hanno fatto di così speciale gli studenti dell’istituto Mattei? Hanno presentato due progetti di innovazione sociale Continua a leggere

Al Midossi si formano i campioni di problem solving

problem-solving

Al primo step delle Olimpiadi di Problem solving si sono classificati al 7° posto su 100 squadre laziali. Sono gli studenti dell’Itis U. Midossi di Civita Castellana, in provincia di Viterbo, e la competizione è un progetto ufficiale del Miur per la scuola dell’obbligo. Continua a leggere