Insegnamento agli adulti: un patto innovativo

High-Ada-Maurizio

Per la dirigente scolastica Ada Maurizio flessibilità, innovazione e dinamismo sono gli ingredienti per un buon insegnamento. Dalla primaria alle superiori, dai quartieri benestanti a quelli popolari, dalle classi al Ministero degli Esteri. Ada Maurizio, la scuola, la conosce bene. Da 24 anni dirige istituti scolastici. Oggi è preside dell’istituto comprensivo Via Tiburtina Antica 25 ed è reggente in via Cortina.  Per lei l’innovazione è legata a un insegnamento dinamico e flessibile, prima che alle tecnologie.

Continua a leggere

Per combattere le disuguaglianze servono più risorse. Per l’istruzione

high-scuola

Secondo il professore emerito Tullio De Mauro “La scuola può assumere più pienamente il ruolo di luogo di riscatto dalle disuguaglianze ereditarie, ovviamente se sorretta da adeguati investimenti. Dal 2008, a prezzi costanti, politiche miopi li hanno ridotti in quasi tutta l'Unione (tranne che nel Regno Unito e in Germania, Austria e Svezia)”.

Continua a leggere

Scuola italiana: si riparte dalla Palestra dell’Innovazione

rete-palestre-blog

Fondazione Mondo Digitale e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca hanno lanciato la Rete nazionale delle Palestre dell’Innovazione per diffondere nelle scuole italiane il modello di educazione per la vita nel 21° secolo. L’iniziativa, sostenuta anche da Roma Capitale, ha preso il via alla Città educativa di Roma dove lo scorso marzo è nata la prima Palestra dell’Innovazione, ideata e realizzata dalla Fondazione Mondo Digitale.

Continua a leggere

Ocse, in Italia migliora la qualità dell’istruzione ma…

highlight-oecd

La nota dedicata all’Italia del rapporto Ocse, intitolato Education at a Glance: OECD Indicators, si apre con il problema lavoro. La percentuale dei 15-29enni senza attività lavorativa e che sono usciti dal sistema d’istruzione o non sono iscritti a corsi di formazione (i cosiddetti Neet) è aumentata di oltre 5 punti percentuali tra il 2008 e il 2012, dal 19,2% al 24,6%.

Continua a leggere

Quando andare a scuola è un’impresa impossibile

children-going-to-school-around-the-world-35

Ci sono bambini che a scuola ci vogliono proprio andare… Il sito Bored Panda propone una raccolta di 25 fotografie che mostrano i pericoli e le fatiche a cui moltissimi scolari si sottopongono ogni giorno pur di arrivare in classe, con qualsiasi mezzo e affrontando ogni tipo di rischio. Guarda la galleria fotografica

Continua a leggere

Il bilancio della crisi: responsabilità e indignazione nel Rapporto Caritas

poverta

Quando lo scorso aprile abbiamo presentato il rapporto Caritas 2014 intitolato False partenze abbiamo sottolineato la connessione tra povertà e istruzione, perché la povertà non si esaurisce nella scarsità di risorse economiche ma coinvolge una varietà di dimensioni della condizione umana, come non godere di buona salute, avere una bassa istruzione e molte altre. Continua a leggere

Pronto il piano per la scuola. Su La Repubblica l’intervista al sottosegretario Reggi

scuola-5anni

“Le scuole devono diventare il centro civico delle città, a giugno e a luglio i genitori non sanno dove mandare i loro figli. Scuole aperte 11 mesi su 12.” Di questa scelta è fortemente convinto il sottosegretario Roberto Reggi, intervistato dal quotidiano La Repubblica. Intanto è in dirittura d’arrivo il patto per la scuola elaborato dal Miur del Governo Renzi… Continua a leggere

Ragazze e tecnologia: è strategica l’educazione per la vita

nuvola-rosa-ricerca

La difficoltà di accesso al mondo del lavoro accumuna i giovani uomini e le giovani donne, ma le ragazze scontano criticità ancor maggiori. E le difficoltà sono ancora oggi anche di tipo educativo, legate ai modelli dell’infanzia. Il dato emerge dalla ricerca “Occupazione – Istruzione – Educazione: le trappole nascoste nel percorso delle ragazze verso il lavoro“, realizzata da McKinsey & Company e Valore D e illustrata oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione della Nuvola Rosa. Continua a leggere

Laurearsi conviene? Tullio De Mauro su Internazionale

Obama-swisconsin

“The president apologized for his dig at art history majors, but he’s still undervaluing a college degree” (The Week). Prendendo spunto dalle posizioni del presidente Barack Obama sulla convenienza della laurea per i giovani, il professore emerito Tullio De Mauro torna ad interrogarsi sulla scelta degli studi universitari. Al testo di De Mauro, pensato per la versione cartacea del settimanale Internazionale (n. 1047), aggiungiamo alcuni link per ulteriori approfondimenti, la trascrizione della dichiarazione incriminata del discorso di Obama (all’undicesimo minuto circa) e il video integrale. Continua a leggere

Obiettivo laureati nel 2020: quello dell’Italia è il più basso. Perché?

target-laureati

Torniamo a parlare di livello culturale, di istruzione e di laureati proponendovi un lungo articolo firmato dall’ingegnere Giuseppe De Nicolao, professore ordinario all’università di Pavia, dove insegna Identificazione dei modelli e Analisi dei dati. De Nicolao è anche uno dei redattori del blog Roars.it, creato dall’associazione Return on Academic Research, che persegue finalità di carattere culturale, “relative in particolare alle politiche della ricerca, ai sistemi di valutazione, alla formazione terziaria”. Continua a leggere