Mobile learning: è on line anche la ricerca sui bisogni dei docenti

mobile learning

È stata pubblicata anche la seconda ricerca prevista dal progetto M-Learn – Training Teachers to use mobile (hand held) technologies within mainstream school education (Programma per l’apprendimento permanente Comenius), che coinvolge sei partner in quattro paesi: Inghilterra, Grecia, Italia, Paesi Bassi. Nonostante le buone competenze nell’uso delle nuove tecnologie, i nuovi strumenti non arrivano ancora in classe e non modificano la didattica. Continua a leggere

Apprendimento cooperativo non significa “scuola senza maestri”

Molina-DeMauro-Michilli_1

Una presenza attenta e continua, ma discreta degli insegnanti non significa una “scuola senza maestri”. Prendendo spunto da una scuola svizzera, senza banchi e cattedre, né lavagne tradizionali o interattive, il professore Tullio De Mauro torna a parlare di apprendimento cooperativo sulle pagine di Internazionale (n. 1046). Sulla stessa lunghezza d’onda Alfonso Molina Continua a leggere

Democrito Team: la robotica spiegata al grande pubblico

democrito-team

Mentre vanno in onda fatti, curiosità, pettegolezzi, ricette, consigli ecc. nella storica trasmissione I fatti vostri condotta da Giancarlo Mangalli, improvvisamente lo scenario cambia: nel piccolo schermo della televisione c’è una prof, indossa una maglia sportiva, con una grande scritta “Democrito coach” e parla con piglio deciso. È Donatella Falciai, l’allenatrice delle menti dei ragazzi, Continua a leggere

Valutazione scolastica: servono scudetti, brevetti e stelle per motivare gli alunni?

mimerito

Oggi vi proponiamo l’intera pagina che il quotidiano La Stampa dedica alla questione della valutazione nella scuola e al progetto pilota Mimerito, che prevede scudetti, brevetti e stelle per valorizzare i risultati degli alunni. Nei box le opinioni di  Gustavo Pietropolli Charmet, psicoterapeuta esperto di infanzia e adolescenza, e di Gabriele Toccafondi, sottosegretario del ministero della Pubblica Istruzione. Continua a leggere

Scuola: come innovare la didattica con la flipped classroom

classe-capovolta

Perché fare i compiti il pomeriggio a casa da soli o sotto l’occhio vigile del genitore ansioso e magari annoiarsi in classe?
Alcuni insegnanti stanno sperimentando una nuova didattica che ribalta tempi e luoghi. Si chiama “flipped classroom”, classe rovesciata. Consiste nell’invertire il luogo dove si segue la lezione (a casa propria anziché a scuola) con quello in cui si studia e si fanno i compiti (a scuola anziché a casa). Continua a leggere

La formazione a distanza: acronimi, sigle e definizioni

fad

Il termine Fad significa formazione a distanza e individua un particolare tipo di formazione in cui docenti e discenti non devono necessariamente trovarsi nello stesso luogo e in cui ciascuno può partecipare al percorso didattico con tempi flessibili. Le prime esperienze di Fad avvenivano con i corsi per corrispondenza, oggi con lo sviluppo delle tecnologie informatiche Fad è diventato sinonimo di e-learning cioè di apprendimento potenziato da strumenti tecnologici. Continua a leggere