Apprendimento cooperativo non significa “scuola senza maestri”

Molina-DeMauro-Michilli_1

Una presenza attenta e continua, ma discreta degli insegnanti non significa una “scuola senza maestri”. Prendendo spunto da una scuola svizzera, senza banchi e cattedre, né lavagne tradizionali o interattive, il professore Tullio De Mauro torna a parlare di apprendimento cooperativo sulle pagine di Internazionale (n. 1046). Sulla stessa lunghezza d’onda Alfonso Molina Continua a leggere

Scuola: come innovare la didattica con la flipped classroom

classe-capovolta

Perché fare i compiti il pomeriggio a casa da soli o sotto l’occhio vigile del genitore ansioso e magari annoiarsi in classe?
Alcuni insegnanti stanno sperimentando una nuova didattica che ribalta tempi e luoghi. Si chiama “flipped classroom”, classe rovesciata. Consiste nell’invertire il luogo dove si segue la lezione (a casa propria anziché a scuola) con quello in cui si studia e si fanno i compiti (a scuola anziché a casa). Continua a leggere

Chi sono i Neet?

Neet

Neet è l’acronimo inglese di “Not (engaged) in Education, Employment or Training“, cioè giovani che non lavorano e non studiano.
In Italia la quota di giovani tra i 15 e i 29 anni fuori dal processo formativo e produttivo continua ad aumentare ed è un dato molto preoccupante perché un prolungato allontanamento può comportare il rischio di una maggiore difficoltà di reinserimento. Continua a leggere