Vivere sempre connessi come ci cambia? Ci rende peggiori, migliori o diversi?

vivere-connessi

Social network, quotidiani online, mail, motori di ricerca… La vita quotidiana è diventata un flusso di informazioni che, grazie a tablet e smartphone, ci seguono ovunque, giorno e notte. Ma l'essere sempre connessi, disponibili e raggiungibili, quali effetti ha sul nostro cervello? E questo cambiamento ci rende peggiori, migliori o diversi?

Continua a leggere

Smartphone e tablet: studio europeo su bambini e adolescenti

Highlight-robot-Lego

Quasi la metà dei bambini e degli adolescenti, esattamente il 46% tra 9 e 16 anni, possiede uno smartphone, il 41% lo usa quotidianamente per navigare su internet, il 20% possiede un tablet e il 23% di questi lo usa per stare on line ogni giorno. Quasi tre giovani su quattro (72%) percepiscono il disagio di una eccessiva dipendenza dallo smartphone, dal dover essere sempre connessi e quindi “presenti”, anche se solo virtualmente. Continua a leggere