Hour of code: al Robotic Center laboratori quotidiani con le scuole

hour-of-code

In America il presidente Barack Obama ha sostenuto la campagna Hour of Code, lanciata da Code.org per la diffusione delle scienze informatiche: “Non comprate un nuovo videogame: fatene uno. Non scaricate l’ultima app: disegnatela. Non usate semplicemente il vostro telefono: programmatelo”. Nel Regno Unito da settembre del corrente anno scolastico l’ora di programmazione è già stata inserita nel quadro orario (National curriculum in England: computing programmes of study) . Una rivoluzione culturale voluta fortemente dal ministro Michael Gove. Continua a leggere

Serious Games: anche a scuola si può giocare seriamente

Serious-games

I Serious Games sono “un’opportunità enorme  una sfida aperta al mondo dell’educazione. Non c’è solo la conoscenza standardizzata…”  Il Movimento italiano modellazione e simulazione (Mimos) organizza una giornata di studio dal titolo SeriGamEx 2014 ai Serious Games presso la facoltà di Architettura alla Sapienza di Roma. L’appuntamento è per il 9 aprile, alle 9.30, presso l’aula Mario Fiorentino (via Antonio Gramsci 53, Valle Giulia). Continua a leggere

Palestra dell’Innovazione: tredici maker raccontano chi sono i nuovo artigiani

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Alla vigilia dell’inaugurazione del primo Fab Lab romano costruito secondo le indicazioni del MIT’s Center for Bits and Atoms, in programma per giovedì prossimo 20 marzo, ore 19.30, alla Città Educativa di Roma, abbiamo incontrato alcuni dei maker che animeranno il nuovo spazio, dedicato alla fabbricazione tradizionale e digitale. Sono tredici profili professionali molto diversi tra loro Continua a leggere

Un robot di mattoncini risolve il Cubo di Rubik in 3 secondi

cubo-rubik

Così scrive l’agenzia AdnKronos: “Ha fatto a pezzi il record del campione del mondo, abbassandolo di circa due secondi. E lo speedcuber Feliks Zemdegs non ha battuto ciglio, visto che il suo rivale era (già) “a pezzi”. Infatti CubeStomer3 è un robot fatto di Lego Mindstorms, gli stessi mattoncini intelligenti che le scuole romane imparano ad assemblare e programmare al Robotic Center della Città Educativa di Roma.  Continua a leggere

Robotic Center: un’esperienza ultramegasupersonicamente emozionante!

Yuri-Robotic-Center

Yuri, 10 anni, frequenta la I C dell’Istituto comprensivo Via della Carine e qualche giorno fa ha partecipato al laboratorio We-Do al Robotic Center della Città educativa di Roma, in via del Quadraro. Su un foglio a righe ha voluto conservare memoria di una mattinata straordinaria trascorsa tra mattoncini e sensori: Continua a leggere

Robi, il robot che si compra in edicola come le figurine. Ma è già programmato

Robi

Robi, creato da un designer giapponese specializzato in robotica, Tomotaka Takahashi, 38 anni, è un progetto tutto italiano, firmato dalla De Agostini Publishing. L’azienda, guidata da Alessandro Belloni, ha un giro d’affari di 500 milioni di euro e una presenza in 53 Paesi.
A marzo del 2013 Robi è stato lanciato in Giappone con una collezione in 70 uscite con un enorme successo: 100mila piccoli Robi da costruire pezzo a pezzo, settimana per settimana, in altrettante case giapponesi. Continua a leggere

“Valori in moviemento”: un video contro bullismo e doping

Volori-in-moveimento-bullismo

Il Miur, in collaborazione con l’Osservatorio nazionale bullismo e doping (ONBD), bandisce il concorso Valori in moviemento per invitare il personale docente delle scuole di ogni ordine e grado a svolgere attività didattiche per prevenire e contrastare i fenomeni sociali del bullismo giovanile e del doping. Alla realizzazione del concorso collaborano il Comitato olimpico italiano (Coni), l’Ecologico Internationa Film Festival (EIFF) e Rai Gulp. Continua a leggere