Non basta essere nativi digitali per avere le competenze giuste per il lavoro

BrO0zNzCUAIvWwT.jpg large

Crescere in un ambiente digitale, immersi nelle app, non significa possedere le competenze digitali richieste nel mondo del lavoro. Intendiamo anche le competenze base, quelle trasversali, non specialistiche, che ormai sono richieste in tutte le attività professionali. Anzi, c’è una ricerca dell’Università Bicocca di Milano che smonta proprio il mito della competenza informatica giovanile. Due giovani su tre hanno uno smartphone e la metà lo usa per andare online tutti i giorni, ma nessuno di loro sa cos’è un url e non sa riconoscere una falsa pagina di login. Continua a leggere