Robotica di servizio: all’assistenza domiciliare ci pensano i robot

F

Un nuovo tipo di robot maggordomo capace di preparare il cibo e gestire la casa, ma anche di  aiutare l'utente anziano affetto da "deterioramento cognitivo lieve" a mantenere atteggiamenti positivi e a tenere in esercizio abilità cognitive e fisiche: è l'obiettivo del progetto di ricerca "Ramcip" (acronimo di “Robotic Assistant for MCI Patients at home") di durata triennale, lanciato dalla Commissione Europea, che l'ha finanziato nell'ambito del programma Horizon 2020 con 4 milioni di euro.

Continua a leggere

Alzheimer, la domotica migliora la qualità di vita

Alzheimer-up-tech

Sensori elettronici automatici per aprire o chiudere porte e finestre, illuminare, bloccare perdite di acqua e gas e sistemi per monitorare sonno, movimenti e salute delle persone con Alzheimer riducono il numero di incidenti a carico dei malati del 13% e l'ansia e lo stress dei familiari rispettivamente del 12 e del 13%. L'hi-tech per case a misura di demenza soddisfa il 64% delle famiglie. Lo dimostra una indagine su 438 famiglie con un malato in casa, condotta dall'Inrca di Ancona.

Continua a leggere