L’80% dei giovani è pronto al lavoro manuale. Creativo e flessibile

The Italian Makers

Meno del 10% delle ragazze considera di disporre di occasioni di impiego buone e adeguate contro circa il 15% dei ragazzi. Per la grande maggioranza le opportunità lavorative sono invece scarse (55%) o limitate (33%). E così una grande maggioranza dei giovani si dichiara disponibile al lavoro manuale, quello che forse un tempo non avrebbe preso in considerazione.

Continua a leggere

The Italian Makers: a giugno gli studenti cominciano a “frequentare” le imprese

TIM-Diemme-Diaz

Tra le imprese che hanno aderito al progetto The Italian MakersClaudio De Angelis, titolare della Diemme Elettrica srl, è il primo imprenditore che ha “chiamato” due giovani che frequentano l’Istituto d’Istruzione Superiore A. Diaz di Roma a lavorare al suo fianco per un’esperienza intensiva di stage. George Ocrais e Simone Bufacchi della classe 4 EA, indirizzo elettrico-elettronico, entrano in azienda il 9 giugno, al termine delle lezioni scolastiche, e lavorano insieme all’imprenditore romano fino al 26 giugno. Continua a leggere

“I giovani siano artigiani”: la crisi del lavoro vista dai pensionati

progetto-nonni-in-Internet-1

“Noi ai giovani non diano consigli, diamo motivazioni”. Cecilia Stajano (@CStajano) incontra a Roma Bruno Moriena, presidente di CNA Pensionati Piemonte, il sindacato promosso dalla Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa. L’organizzazione è partner del progetto Tra generazioni, l’unione crea il lavoro, promosso da Fondazione Mondo Digitale e Google Italia.
Una breve testimonianza, quella di Moriera, che rivela una lucida consapevolezza e una grande solidarietà per la condizione giovanile. Continua a leggere

The Italian Makers: la lezione come attività produttiva

The-Italian-Makers-DiSavoia-Rieti

Proseguono gli incontri di lavoro tra artigiani e piccole imprese e gli studenti delle scuole del Lazio, previsti dal progetto di comunità The Italian Makers, promosso da Fondazione Mondo Digitale e Inail Lazio in collaborazione con Cna. Non si tratta di semplici incontri conoscitivi, ma di vere e proprie sessioni di lavoro per risolvere problemi comuni e ridurre lo scarto tra le esigenze produttive e le competenze dei ragazzi. Continua a leggere

Phablet newschool: gli artigiani all’Orioli di Viterbo fanno notizia

Tim-Orioli-viterbo

A volte accadono fatti che fanno riflettere… Vi sareste mai aspettati che un articolo dedicato alla formazione in una scuola possa diventare il più cliccato su un magazine on line? Eppure è successo. Ieri l’articolo più letto sulla testata on line Agor@ Magazine, diretta da Umberto Calabrese, era quello che raccontava il progetto The Italian Makers a Viterbo. Questo significa che la mentalità comincia a cambiare e anche i lettori mostrano un nuovo interesse per i temi della scuola e della formazione. E soprattutto dell’artigianato. Continua a leggere

2° Rapporto ItaliaOrienta: ai diplomati piace l’artigianato

artigianato-digitale

Oggi il quotidiano Avvenire presenta il 2° Rapporto realizzato dalla Fondazione ItaliaOrienta che analizza le aspirazioni dei giovani dopo il diploma. Il 30% desidera un lavoro subito e molti sono disponibili a tornare alla manualità. Aumenta la propensione all’autoimprenditorialità con il 36% dei diplomandi che vorrebbe avviare una propria attività. Continua a leggere

Phablet newschool: dalla scuola al mondo del lavoro all’Itis Pacinotti di Fondi

Phablet-newschool

Con la serie di mini reportage “Phablet newschool” cominciamo oggi un lungo viaggio nelle scuole italiane per capire come affrontano l’emergenza disoccupazione giovanile e, in particolare, come cercano di allineare l’offerta formativa all’evoluzione della domanda di lavoro.
Realizziamo le nostre interviste con gli strumenti che abbiamo a disposizione, handycam, tablet, smartphone e fotocamere. Continua a leggere

The Italian Makers: gli imprenditori sfidano gli studenti

The-italian-makers-Faraday

Un imprenditore di successo, Massimiliano D’Elia, ha incontrato gli studenti dell’Istituto tecnico industriale Michael Faraday di Roma e ha lanciato la sua sfida: progettare insieme una vettura elettrica con un’ottima resa, efficiente, cioè realmente “sostenibile”. E gli studenti hanno accettato di cimentarsi nel ruolo di “Italian makers” e di scoprire come si costruisce un progetto innovativo… Continua a leggere