Censis: cresce tra i giovani il “lavoro ibrido” senza rappresentanza

lavoro-ibrido

È stato dedicato alla rappresentanza il primo dei quattro incontri del tradizionale appuntamento di riflessione di giugno “Un mese di sociale”, promosso dal Censis sul tema de “I vuoti che crescono”. Ieri si è parlato di rappresentanza dal punto di vista del lavoro, che “non fa più identità”. E per il 51% degli occupati di 15-24 anni il “lavoro è ibrido”. Continua a leggere

Occupazione: i dieci profili che le aziende non trovano

Occupazione

Dello scollamento tra domanda e offerta di lavoro nel settore ICT, abbiamo parlato più volte. Ma il problema del disallineamento nel mecato del lavoro sembra riguardare anche altri settori, con vecchie e nuove professioni. Secondo la ricerca Talent Shortage Survey realizzata da ManpowerGroup, su circa 37mila società in 42 Paesi del mondo, emerge che il 36% delle imprese a livello mondiale ha difficoltà a reperire sul mercato figure professionali qualificate, Continua a leggere

Digital Agenda Scoreboard: il 50% degli europei non ha competenze digitali per lavoro

dig-agenda-banner

Secondo il rapporto annuale della Commissione europea Digital Agenda Scoreboard 2014, che valuta la diffusione di Internet nei paesi dell’Unione, aumenta il gap fra l’avanzata delle tecnologie della rete e le competenze digitali per lavorare nel nuovo ecosistema del web.
Nonostante cresca il numero di cittadini che usa internet, quasi il 50% della popolazione non ha competenze digitali sufficienti per l’ambiente di lavoro. Continua a leggere

Dove nasce il nuovo lavoro: il contributo delle microimprese

n

Dal Rapporto annuale dell’Istat vi proponiamo alcune “pillole” di dati, tratte dal secondo capitolo, dal titolo Il sistema delle imprese: effetti della crisi e potenzialità di crescita, perché confermano le scelte che sta facendo la Fondazione Mondo Digitale con progetti come Meet no Neet, The Italian Makers o Tra Generazioni. L’unione crea il lavoro. Infatti il Rapporto di quest’anno, giunto alla sua ventiduesima edizione, oltre a illustrare gli effetti economici e sociali della crisi, guarda alle potenzialità del Paese e mette a fuoco le sfide più rilevanti che l’attendono.

Continua a leggere

Smartphone e tablet: studio europeo su bambini e adolescenti

Highlight-robot-Lego

Quasi la metà dei bambini e degli adolescenti, esattamente il 46% tra 9 e 16 anni, possiede uno smartphone, il 41% lo usa quotidianamente per navigare su internet, il 20% possiede un tablet e il 23% di questi lo usa per stare on line ogni giorno. Quasi tre giovani su quattro (72%) percepiscono il disagio di una eccessiva dipendenza dallo smartphone, dal dover essere sempre connessi e quindi “presenti”, anche se solo virtualmente. Continua a leggere

Mobile learning: è on line anche la ricerca sui bisogni dei docenti

mobile learning

È stata pubblicata anche la seconda ricerca prevista dal progetto M-Learn – Training Teachers to use mobile (hand held) technologies within mainstream school education (Programma per l’apprendimento permanente Comenius), che coinvolge sei partner in quattro paesi: Inghilterra, Grecia, Italia, Paesi Bassi. Nonostante le buone competenze nell’uso delle nuove tecnologie, i nuovi strumenti non arrivano ancora in classe e non modificano la didattica. Continua a leggere

Povertà educativa: Save the Children lancia l’allarme e una campagna

povertà-educativa

Con l’aiuto di un comitato scientifico di esperti l’organizzazione Save the Children ha misurato la deprivazione educativa dei minori in Italia usando come parametro l’Indice di povertà educativa (IPE) e ha lanciato la campagna “Illuminiamo il Futuro”, per dare educazione e speranza ai bambini stretti nella morsa delle povertà. Al via i primi Punti Luce, spazi educativi in aree svantaggiate di alcune città. Continua a leggere

Ragazze e tecnologia: è strategica l’educazione per la vita

nuvola-rosa-ricerca

La difficoltà di accesso al mondo del lavoro accumuna i giovani uomini e le giovani donne, ma le ragazze scontano criticità ancor maggiori. E le difficoltà sono ancora oggi anche di tipo educativo, legate ai modelli dell’infanzia. Il dato emerge dalla ricerca “Occupazione – Istruzione – Educazione: le trappole nascoste nel percorso delle ragazze verso il lavoro“, realizzata da McKinsey & Company e Valore D e illustrata oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione della Nuvola Rosa. Continua a leggere

A Roma 51mila imprese straniere. Danno lavoro a 35mila italiani

Cna-World-Tempio-Adriano2

Ieri è stata presentata a Roma, presso il Tempio di Adriano, la ricerca “Imprenditori e cittadini di questa città”, condotta da Cna World ed Eures su un campione di 400 imprese straniere.  Gli imprenditori stranieri a Roma e provincia hanno un’età media inferiore a quella del totale (italiani e non). Sono istruiti (18,8% laureati) e per lo più provengono da Paesi extra Ue. Nel 50% dei casi sono ditte individuali. Continua a leggere

Adolescenti sempre più soli. La famiglia è il luogo delle certezze

nuovi-media

“Il 62% degli adolescenti non è mai stato in oratorio, il 67% non ha mai fatto volontariato (ma rovesciando il dato vuol dire che uno su tre lo fa), l’89% non ha mai fatto attività politica e il 76% non è mai stato in centri di aggregazione”. Oggi il Corriere della Sera anticipa i dati di un’indagine Doxa che sarà presentata domani, Continua a leggere