Daniel Pennac: “Insegnare significa spiegare agli alunni che esiste un futuro”

repubblica-idee

Dalla rassegna stampa di oggi vi proponiamo l'articolo pubblicato su La Repubblica che racconta il dialogo tra il direttore del quotidiano Ezio Mauro e lo scittore francese Daniel Pennac, famoso per la serie di romanzi di straordinario successo, che hanno per protagonisti Benjamin Malaussène, la sua squinternata famiglia e il quartiere parigino di Belleville.

Continua a leggere

L’innovazione è frutto del lavoro di squadra

innovazione-lavoro-squadra

Il futuro richiede la demistificazione di quello che Keith Sawyer, docente di innovazione e creatività alla Università del North Carolina, chiama il “mito del genio solitario”: "Quando collaboriamo la creatività", sostiene Sawyer, "si diffonde tra le persone e funziona meglio: il tutto è molto di più della somma delle singole parti".

Continua a leggere

Chi governa la Rete? Diritti e doveri on line. Arriva la Carta

internet_delle_cose
Mentre è in arrivo la Carta dei diritti degli utenti di Internet, che sarà presentata dal professor Stefano Rodotà il prossimo 13 ottobre alla riunione dei Parlamenti dell'Ue, dalla rassegna di stampa oggi vi proponiamo un interessante contributo di Juan Carlos De Martin. Editorialista, informatico e accademico italiano, De Martin spiega con cun linguaggio molto chiaro perché i governi si stanno occupando di "Internet Governance".

Continua a leggere

Livelli di istruzione: gli italiani parlano ma non sempre si capiscono

Tullio-De-Mauro

Una lunga intervista al professore emerito Tullio De Mauro, pubblicata sul quotidiano La Repubblica oggi in edicola, parte dall’ultimo lavoro in questi giorni in libreria, la Storia linguistica dell’Italia repubblicana (Laterza, Bari 2014), e affronta diversi temi, dal code switching (dialetto-lingua) al documento “La buona scuola”, redatto dagli esperti del Miur.

Continua a leggere

Tullio De Mauro: “buoni stipendi per chi insegna”

docenti

"Vogliamo avere una buona scuola? Dobbiamo affidarla a buoni insegnanti. Vogliamo che questi abbiano la concentrazione di qualità umane, intellettuali, etiche che fanno il buon insegnante? Dobbiamo attingere alle energie migliori di una società." E servono "buoni stipendi per chi insegna". Il professore emerito Tullio De Mauro prende spunto dall'ultimo rapporto Ocse Education at a Glance. Oecd indicators per tornare sulla questione della qualità della scuola e dell'insegnamento. 

Continua a leggere

La rinascita del paese passa attraverso la riqualificazione dell’istruzione

apprendimento
"L'amore per la democrazia, e quindi per il senso della collettività nazionale, per l'efficienza e l'onestà nel lavoro non si crea con prediche o ingurgitando power-point, ma studiando la storia e discutendo con l'insegnante; le capacità tecnologiche non sono frutto di ricettine ma di una solida base culturale, in questo caso scientifica, ricordando che la tecnologia senza la scienza non esisterebbe e la scienza è parte della cultura".

Continua a leggere

Il “fracaso” dell’informazione giornalistica sulla scuola

Rapporto-Unicef

Dalle pagine del settimanale Internazionale il professore emerito Tullio De Mauro riprende il tema della disinformazione giornalistica sulla scuola. Lo spunto è un breve commento pubblicato sulla stampa spagnola e il rapporto La infancia en España 2014. El valor social de los niños: hacia un Pacto de Estado por la Infancia, curato dal Comitato spagnolo per l'Unicef. Al testo di De Mauro, pensato per la versione cartacea del settimanale, aggiungiamo, come di consueto, i link per ulteriori approfondimenti.

Continua a leggere

Disoccupazione giovanile, come passare dalle aule all’impiego

The-Italian-makers-fabro
Oggi, mercoledì 3 settembre, è il giorno fissato dal Governo per comunicare le novità per la scuola. In attesa di sapere attraverso il sito Passo dopoPasso cosa cambierà concretamente e a quali misure saranno prese per affrontare l'emergenza educativa e la disoccupazione giovanile, vi proponiamo l'l'editoriale di Walter Passerini sul quotidiano La Stampa.

Continua a leggere

Anticapitalismo: verso il futuro a costo zero. La teoria di Jeremy Rifkin

Jeremy-Rifkin

"L'economia digitale rivoluzionerà l'economia globale in ogni suo aspetto, stravolgerà il modus operandi  in pressoché tutti i settori produttivi e recherà con sé opportunità economiche e modelli d'impresa assolutamente inediti. Un nuovo sistema economico – Il Commons collaborativo – sta facendo il suo ingresso sulla scena mondiale. È la prima affermazione di un nuovo paradigma economico da quando vennero alla ribalta il capitalismo e il socialismo.

Continua a leggere

Interattività e peer education anche nella formazione a distanza. Con i moocs

Future-learn

"In undici mesi i moocs di FutureLearn hanno 450mila studenti di quaranta prestigiose università, di cui dieci d'oltremare e due in Cina…" Il professore emerito Tullio De Mauro continua ad aggiornarci puntualmente su quello che succede negli altri paesi nel campo della formazione dalla pagine del settimanale Internazionale. E questa settimana torna a ragionare di moocs (massive online open course).

Continua a leggere