Metti una buona notizia in prima pagina

buone-notizie

"Mostrare solo le tragedie, la violenza, il caos significa escludere una parte troppo importante di quel che succede intorno a noi. E le persone che a queste difficoltà reagiscono? Quelle che uniscono le forze anche in mezzo alla violenza, alla povertà e ai lutti? E tutte le storie di innovazione, creatività, ingegno, compassione e generosità? Se mostriamo solo il lato oscuro, allora stiamo fallendo nel nostro compito. E come se non bastasse, falliamo anche nel dare al lettore ciò che desidera".

Continua a leggere

Verso il GJC: le strategie per includere e far studiare tutti, anche gli ultimi

classe-capovolta-De-Mauro

Tra i temi più cari al linguistica Tullio De Mauro c’è quello della scuola per tutti, nessuno escluso. E ne ha parlato anche venerdì scorso al primo convegno nazionale sulla classe capovolta alla Città Educativa di Roma, spiegando lo stretto legame, indissolubile, tra inclusività e qualità della scuola. Le scuole migliori sono anche quelle più inclusive.

Continua a leggere

No child left behind: test e inclusione scolastica

inclusione-scolastica

Cosa succede se nelle scuole imperversa il teaching for testing? "Lasciata da parte ogni altra materia, si insegna e si studia solo perché siano meglio affrontati i test di lingua e matematica". Il caso americano nella riflessione del professore emerito Tullio De Mauro sulle pagine del settimanale Internazionale.

Continua a leggere

Rifiutano ogni cambiamento e così non si arresta il declino della qualità dei risultati

Universita-De Mauro

La rubrica Scuole, curata dal professore emerito Tullio De Mauro sul settimanale Internazionale, racconta non soltanto cquello che avviene nelle istituzioni scolastiche di tutto il mondo ma anche i cambiamenti e le difficoltà che incontrano gli atenei per migliorare l'offerta formativa. Nella rubrica di questa settimana il focus è sul sistema russo che registra un preoccupante calo della qualità dei risultati.

Continua a leggere

Come educare all’attiva convivenza culturale e sociale

convivenza

Scuola multiculturale o scuola internazionale? Si apre con questa domanda il documento "Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri", pubblicato dal Miur nel febbraio 2014. I sistemi di istruzione dei diversi paesi cercano di elaborare indicazioni concrete per trasformare la crescente presenza di strudenti stranieri tra i banchi in occasione per ripensare e innovare la didattica. Nella rubrica Scuole, pubblicata su Internazionale, questa settimana il professore emerito Tullio De Mauro ragiona sul modello francese.

Continua a leggere

L’intelligenza artificiale va orientata. Lettera aperta di 400 scienziati

intelligenza-artificiale-banner

I progressi nell'uso dell'intelligenza artificiale vanno limitati per evitare che questa tecnologia possa danneggiare il genere umano. Lo afferma una lettera promossa dal Future of Life Institute e firmata da centinaia di ricercatori di tutto il mondo, fra cui Stephen Hawking ed Elon Musk. La lettera è stata pubblicata due giorni fa sul sito dell'associazione e ha già migliaia di firme. L'intelligenza artificiale (AI), si legge, può farci raggiungere traguardi ambiziosi come l'eradicazione delle malattie o della povertà, ''ma deve fare solo quello che noi vogliamo che faccia''.

Continua a leggere

In Europa e nel mondo chi fa i compiti a casa?

mafalda3

"Nella vita e nel lavoro il più e meglio s'impara interagendo con gli altri, cooperando e cercando di mandare a effetto quel che apprendiamo. Non così a scuola. Turba l'idea che la classe si trasformi in laboratorio, luogo di apprendimento attivo e cooperativo… "
Anche il professore emerito Tullio De Mauro, dalle pagine di Internazionale, affronta il tema dei compiti a casa, partendo dai dati contenuti nel quaderno Oecd numero 46, Does Homework Perpetuate Inequities in Education?

Continua a leggere

Come parliamo? Tullio De Mauro ospite alla trasmissione “Pane quotidiano”

De-Mauro-Rai3

Una nazione contadina segnata da bassa scolarità, analfabetismo, predominio dei dialetti: questa era l'Italia del primo dopoguerra. E oggi come parliamo? Il professore emerito Tullio De Mauro, ospite della trasmissione Pane quotidiano condotta dalla giornalista Concita De Gregorio, parla di lingua, dialetti, comunicazione, giornalismo e scuola.

Continua a leggere

Il lavoro cambia troppo in fretta per la scuola

lavoro-cambia

Dalla rassegna stampa di oggi vi proponiamo l’editoriale di Luigi La Spina dal titolo “Il lavoro cambia troppo in fretta per la scuola” e l'articolo "I mestieri del futuro? Non esistono ancora", firmato da Paolo Mastrolilli, entrambi pubblicati sul quotidiano La Stampa. Torniamo così su un tema cruciale affrontato da Alfonso Molina nel booklet Palestre dell’Innovazione. A pagina 9 Molina, professore di Strategie delle tecnologie all’Università di Edimburgo e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale, scrive così:

Continua a leggere

Didattica: l’esperienza della scuola che abbandona i voti numerici

vic-Fezensac

C’è un piccolo comune francese, Vic-Fezensac, che non arriva a 4.000 abitanti, al centro della rubrica Scuole di Tullio De Mauro. La scuola locale sta sperimentando un nuovo sistema di valutazione… Al testo di De Mauro, pensato per la versione cartacea del settimanale, aggiungiamo, come di consueto, i link per ulteriori approfondimenti.

Continua a leggere