La difficoltà di adattarsi al cambiamento e il fenomeno dei Neet

Neet-Ocse

Nel confronto internazionale l’Italia ha la propensione maggiore al fenomeno della dispersione e la minore esposizione al lavoro. È quanto emerge dall'Education at a Glance Interim report, pubblicato ieri dall'Ocse. Insieme a Spagna e Grecia siamo sopra al 30% dei Neet, cioè dei giovani di età compresa fra i 15 e i 29 anni disoccupati o inattivi e fuori dal giro della formazione.

Continua a leggere