Italiano scritto: il corsivo serve ancora

“Dopo il 'punto e virgola', sempre più in disuso nell'italiano scritto, anche il corsivo sembra seguire analoga tendenza. Seppur non ancora scomparso, soprattutto fra gli adolescenti al corsivo nella scrittura a mano viene preferito lo stampatello”. La notizia battuta dall’agenzia Ansa risale a un mese fa, con il titolo “Agli adolescenti non piace, il corsivo sempre più in disuso”, e il lancio di un sondaggio on line “Secondo voi serve ancora?” 

Oggi Il Venerdì, supplemento del quotidiano La Repubblica, torna sulla questione con un articolo firmato da Valentina Farinaccio. Vi suggeriamo di rileggere anche il post dedicato alla ricerca del professore Benedetto Vertecchi: La fine della penna? Quattrocento bambini digitali riscoprono la calligrafia.

Ultima missione delle elementari: salvare il corsivo
di Valentina Farinaccio
Il Venerdì, La Repubblica, 9 gennaio 2014
leggi l'articolo [in formato pdf]

Bookmark the permalink.

Comments are closed.