#RestartItaly: l’innovazione è il motore per ripartire

Restar-Italy

L’Italia riparte dal Politecnico di Bari. A metterla in moto è l’innovazione, di pensiero più che di strumenti. Microsoft, in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale e Fondazione Cariplo, ha chiamato a raccolta giovani studenti, start upper e ricercatori del Sud Italia per #RestartItaly. Il 15 e 16 dicembre sono stati due giorni di dibattiti, scambi di idee e proposte concrete.

Continua a leggere

Alfabetizzazione digitale: finalmente la Rai fa servizio pubblico

alberto-manzi

Sulle pagine di questo blog abbiamo spesso parlato della necessità di un'azione diffusa per l'alfabetizzazione digitale dei cittadini, auspicando anche un interesse del servizio pubblico. Finalmente parte un'azione della Rai a sostegno della cultura digitale del paese. E questo avviene all'indomani della presentazione dell'edizione aggiornata dell'indagine Istat "I cittadini e le nuove tecnologie", da cui emerge che quasi 22 milioni di cittadini italiani ancora non naviga nella rete. Ecco il comunicato ufficiale della Rai:

Continua a leggere

Scuola: iscrizioni on line dal 15 gennaio

iscrizioni-on-line

Le iscrizioni online alle scuole statali per il prossimo anno scolastico 2015/2016 potranno essere effettuate dal 15 gennaio al 15 febbraio 2015. È questa la scadenza stabilita dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Le registrazioni potranno essere effettuate sul sito dedicato www.iscrizioni.istruzione.it dal 12 gennaio.

Continua a leggere

Nao, il robot umanoide che aiuta a scegliere la facoltà universitaria

Nao-counselor

Abbiamo visto Nao all’opera in diverse performance, dalla pista da ballo al campo di calcio, ma mai in veste di counselor, anche se inconsapevole. L’idea di trasformare il robot umanoide in uno strumento di orientamento e sostegno alle scelte formative dei giovani è del professore Daniele Nardi, ordinario di Intelligenza artificiale alla Sapienza Università di Roma e presidente della Robocup Federation.

Continua a leggere

#labuonascuola: oggi il Miur presenta i risultati della consultazione

miur

Per presentare i risultati della consultazione pubblica #labuonascuola il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca non ha organizzato la classica conferenza stampa, ma una sorta di evento “porta aperte al Palazzo”, un  pomeriggio di festa che  coinvolge  le scuole.  Oggi, infatti, il Ministero apre le porte alle scolaresche, ospita laboratori di eccellenza ed esperti che dibattono sul futuro dell’istruzione.

Continua a leggere

Didattica: l’esperienza della scuola che abbandona i voti numerici

vic-Fezensac

C’è un piccolo comune francese, Vic-Fezensac, che non arriva a 4.000 abitanti, al centro della rubrica Scuole di Tullio De Mauro. La scuola locale sta sperimentando un nuovo sistema di valutazione… Al testo di De Mauro, pensato per la versione cartacea del settimanale, aggiungiamo, come di consueto, i link per ulteriori approfondimenti.

Continua a leggere

L’informazione liquida. Si riduce la distanza tra web e tv

informazione-liquida_1

La stagione della "democrazia del pubblico", fondata sulla televisione (secondo la nota definizione di Bernard Manin), in Italia, non sembra, dunque, finita. Ma si contamina con la diffusione della Rete. Così delinea la cornice della "democrazia ibrida" del nostro tempo. Abitata da un "cittadino ibrido", critico e scettico verso la politica e le istituzioni.

Continua a leggere

Insegnamento agli adulti: un patto innovativo

High-Ada-Maurizio

Per la dirigente scolastica Ada Maurizio flessibilità, innovazione e dinamismo sono gli ingredienti per un buon insegnamento. Dalla primaria alle superiori, dai quartieri benestanti a quelli popolari, dalle classi al Ministero degli Esteri. Ada Maurizio, la scuola, la conosce bene. Da 24 anni dirige istituti scolastici. Oggi è preside dell’istituto comprensivo Via Tiburtina Antica 25 ed è reggente in via Cortina.  Per lei l’innovazione è legata a un insegnamento dinamico e flessibile, prima che alle tecnologie.

Continua a leggere

Studiare fuori sede: si sceglie la città, non l’università

QS_Top_Grad_School_Guide_header_image

“… negli anni dell'università non si vive di sole lezioni, ma di una molteplicità di stimoli formativi e prospettive di vita che naturalmente si addensano soprattutto nelle grandi capitali ideali e reali del mondo”. Lo scrive Tullio De Mauro nell’ultimo numero del settimanale Internazionale in edicola commentando la classifica delle università stilata da Quacquarelli Symonds (Qs).

Continua a leggere