Giornalismo, presto in volo anche droni reporter

Mancano poche settimane a “Roma Drone Conference”, il primo ciclo di conferenze per professionisti dedicato alle maggiori applicazioni degli aeromobili a pilotaggio Remoto (APR) in Italia. L’iniziativa segue il successo dei workshop organizzati in occasione della prima edizione di Roma Drone Expo&Show, il grande salone aeronautico sui droni, organizzato dall’associazione Ifimedia e da Mediarkè lo scorso maggio a Roma.

LOGO-ROMA-DRONE-CONFERENCE JPG LRIl ciclo di conferenze tematiche, da ottobre 2014 ad aprile 2015, si rivolge esclusivamente agli operatori specializzati e alla stampa. Gli incontri mensili sono ospitati dal centro congressi del prestigioso Atahotel Villa Pamphili a Roma.  

“Intendiamo fornire un nuovo servizio alla drone community italiana, che avrà l’occasione di presentare le sue nuove soluzioni tecnologiche nei settori applicativi oggi più interessanti nel nascente mercato degli APR”, ha spiegato Luciano Castro, presidente di Roma Drone. “Inoltre, intendiamo offrire opportunità di networking e di business, creando occasioni di incontro tra la domanda e l’offerta e favorendo anche un’informazione corretta dei mass media”.

Il programma dell’edizione 2014-15 di “Roma Drone Conference”, che sta ricevendo importanti patrocini da enti e istituzioni, prevede sette appuntamenti:

  • 8 ottobre 2014 – “Drone Journalism. La nuova frontiera tecnologica del giornalismo, tra prospettive di sviluppo e timori per la privacy” (con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti).
  • 12 novembre 2014 – “Droni, volare sicuri. Nuove polizze assicurative e nuove norme di sicurezza del volo” (con il patrocinio dell’ANSV).
  • 10 dicembre 2014 – “Il Regolamento sui SAPR. Primo bilancio ad un anno dalla pubblicazione, tra risultati raggiunti e prossimi obiettivi” (in collaborazione con l’Enac).
  • 28 gennaio 2015 – “Droni in agricoltura. Le nuove soluzioni tecnologiche degli APR per il monitoraggio di precisione di campi e coltivazioni”
  • 24 febbraio 2015 – “Droni e sicurezza. Situazione e prospettive dell’utilizzo delle nuove tecnologie APR nei corpi di polizia e nelle Forze Armate in Italia”
  • 18 marzo 2015 – “APR e telerilevamento. L’utilizzo dei droni per l’osservazione del territorio, il controllo dei beni culturali e il monitoraggio dell’ambiente”
  • 14 aprile 2015 – “UniDrone, gli APR al servizio della scienza. Iniziative e progetti di Università e Centri di ricerca in Italia”

Roma-Drone-RomeCupOgni conferenza prevede, oltre alla sala dove avverranno gli interventi, un’area per gli stand degli espositori e un’ampia flight zone per brevi voli dimostrativi. Tra i droni che saranno presentati durante la kermess ci sono due modelli di Italdron, società di Ravenna specializzata in piccoli aeromobili telecomandati, e due di HobbyHobby, società di Roma che vanta collaborazioni con la Nasa e con l'università cinese di Shenzhen. Quest'ultima presenterà un quadricottero di concezione totalmente italiana, studiato proprio per le attività giornalistiche, che avrà un peso inferiore ai 2 kg e un'autonomia record di circa 39 minuti (contro i 13 minuti del "Phantom 2").

"Il drone journalism rappresenta davvero la prossima sfida tecnologica per il giornalismo, anche per quello italiano", ha dichiarato il presidente di Roma Drone, Luciano Castro. "Nel prossimo futuro, piccoli droni entreranno in dotazione di troupe tv e anche di singoli inviati in zone calde. Naturalmente, ciò rappresenterà una nuova evoluzione tecnologica per la professione giornalistica, ma – ha ricordato Castro – porrà anche non pochi problemi etici e giuridici per quanto riguarda la privacy".  

Nelle immagini i droni della società AD Precision Mechanics in volo al Tempio di Adriano in occasione della RomeCup 2014.

IMG_5967_W_W IMG_5996_W_W

Tagged , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.