A Todi il primo evento italiano dedicato alle app

Si chiama Todi Appy Days e dal 25 al 28 settembre prossimo chiama a raccolta nella città umbra curiosi ed esperti del settore applicazioni per tablet e smartphone. Il Cubo di Rubik, che proprio nel 2014 compie 40 anni, è l'immagine scelta per rappresentare l'evento organizzato dal Comune di Todi in collaborazione con Regione Umbria, Provincia di Perugia, Camera di commercio di Perugia, Università per stranieri di Perugia, Università di Perugia.

app-logoÈ il primo evento italiano dedicato alle app, le applicazioni software pensate per essere utilizzate da tablet e smartphone, al weareable tech e all'internet of things, durante il quale si potranno vedere e provare le tecnologie applicate alla vita di tutti i giorni e come queste cambiano le nostre abitudini.

Gli eventi in calendario spaziano dall’area tecnico culturale all’intrattenimento, con appuntamenti speciali. E se seminari, workshop, lab, incontri tecnici e corsi di formazione interessano soprattutto i professionisti, ad APPassionare i curiosi ci penseranno tornei di games per mobile, challenge e contest fotografici dove le uniche fotocamere consentite sono quelle dei dispositivi mobili e il fotoritocco è possibile solo con le app. Non mancano iniziative ideate per le scuole e uno spazio riservato ai più piccoli. Chi vuole invece esplorare le ultime frontiere delle nuove tecnologie può visitare la speciale area dedicata alla realtà aumentata.

Palazzo e Teatro Comunale, Sala delle Pietre e il Nido dell’Aquila sono alcune delle prestigiose location messe a disposizione dal Comune di Todi per l’evento. Si svolgono, invece, all’aperto le attività di maggiore impatto visivo, con installazioni che proietteno nel futuro il centro storico della città.

Secondo gli organizzatori il settore delle app muove circa 26 miliardi di euro, una cifra pari al 2% del Pil italiano ed è in forte crescita. Nel nostro Paese sono presenti 37 milioni di smartphone e 7,5 milioni di tablet. Le app disponibili negli store digitali hanno raggiunto quota 2,5 milioni, mentre fra i cosiddetti mobile surfer italiani (quelli che navigano con dispositivi mobili) uno su 3 scarica app a pagamento".

Tagged , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.