Verso le Olimpiadi dei robot. In Giappone nel 2020

I Giochi della XXXII Olimpiade, Tokyo 2020, si terranno a Tokyo, Giappone, nel 2020, dal 24 luglio al 9 agosto. La città giapponese è stata scelta durante la 125ª sessione del Comitato Olimpico Internazionale (Cio), svoltasi a Buenos Aires, Argentina, il 7 settembre 2013, e preferita alle altre due contendenti, Istanbul, Turchia, e Madrid, Spagna [guarda video].

Il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe ha espresso il desiderio di organizzare le Olimpiadi robotiche insieme ai Giochi Olimpici estivi di Tokyo del 2020.

Nel 2020, mi piacerebbe riunire tutti i robot del mondo per organizzare una Olimpiade dove competono in varie abilità tecniche. Vogliamo fare dei robot il principale pilatro della nostra economia. Vorremmo istituire un consiglio per fare della rivoluzione robotica una realtà, al fine di favorire la crescita del Giappone.

Intanto nell'ottobre del 2016 a Zurigo si svolgeranno le Cybathlon, le prime Olimpiadi riservate ad atleti disabili che usano avanzati dispositivi di assistenza basati su tecnologie robotiche. La competizione, organizzata dallo Swiss National Competence Center of Research in Robotics (NCCR Robotics), prevede gare in sei discipline e permetterà alle aziende di mostrare prodotti già in vendita e ai laboratori di ricerca i prototipi del futuro.

Ieri il giornalista Riccardo Luna ha raccontato Robolympics in doppia pagina sul quotidiano La Repubblica.
Robolympics
Nel 2020, insieme alle Olimpiadi, Tokyo organizzerà anche i primi giochi Olimpici per robot.
Non gareggerrano con gli atleti, almeno per ora, ma intanto gli umanoidi si allenano in altre sfide internazionali.
Dove potrebbe scendere in campo anche l'Italia.

di Riccardo Luna
La Repubblica, 24 agosto 2014
Leggi l'articolo [in formato pdf]

Robolympics-1Robolympics-2

Tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.