Tecnologia indossabile: una app per il Parkinson

Dopo la malattia di Alzheimer, quella di Parkinson è la malattia neurodegenerativa più diffusa. Il Parkinson è caratterizzato da un disturbo progressivo e cronico, riguardante principalmente il controllo dei movimenti e l’equilibrio. Si stima che in Italia le persone affette da Parkinson siano circa 230.000; la prevalenza della malattia è pari all’1-2% della popolazione sopra i 60 anni e al 3-5% della popolazione sopra gli 85 anni.

Intel ha annunciato una partnership con la Fondazione dell'attore Michael J. Fox per la ricerca sul morbo di Parkinson. L'obiettivo è quello di usare l'hardware e il software del colosso statunitense – una nuova app per cellulari, dispositivi hi-tech indossabili e una piattaforma di analisi dei dati – per monitorare l'evoluzione della malattia. Grazie agli smartwatch si potranno monitorare parametri come il sonno e il tremore associato al morbo, analizzando i dati raccolti per ogni paziente.

Secondo l’agenzia Ansa, Intel non è l'unico big della tecnologia che guarda con interesse al settore sanitario. Stando ad alcune indiscrezioni, Apple starebbe lavorando con diversi operatori sanitari per portare negli ospedali l'HealthKit, il sistema di monitoraggio dei parametri biomedici che sarà integrato nel nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, l'iOS 8, e che dialogherà con l'iWatch, lo smartwatch della Mela atteso nei negozi entro l'anno. I dati raccolti consentirebbero ai medici di tenere sotto controllo le condizioni dei pazienti tra una visita e l'altra.

Per approfondire
Watch Yourself: Device Data May Improve Research and Parkinson's Monitoring

 

Tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.