Europa, al via il semestre italiano. Microsoft intervista Mirta Michilli

L’Europa deve ritrovare “anima”, “coraggio e orgoglio”. E puntare decisamente sulla crescita, perché altrimenti “non avrà futuro”: si è espresso così il premier Matteo Renzi pronunciando al Parlamento europeo il suo discorso sul semestre a guida italiana.
Ma qual è il punto di vista delle organizzazioni che lavorano sul campo? Quali sfide bisogna affrontare con urgenza? Come ridare futuro ai giovani? Microsoft ha intervistato Mirta Michilli, YouthSpark Advisor e direttore generale della Fondazione Mondo Digitale. Diversi i temi affrontati, dalla disoccupazione giovanile alle competenze digitali come chiave di successo per la gioventù europea. “Il fenomeno dei Neet è una sfida epocale per l’Italia perché rischia di lasciar fuori una grande parte della popolazione giovanile e tutti sono chiamati a dare una risposta in temi brevi”. Quello di Mirta Michilli però non è solo un “appello”: l’organizzazione che dirige, insieme a Microsoft, è impegnata in prima linea con il programma  globale YouthSpark per creare nuove opportunità di lavoro per 300 milioni di giovani entro il 2015.

ome

Di seguito le rappresentazioni grafiche dei principali dati citati da Mirta Michilli su disoccupazione giovanile e Neet.

Disoccupazione giovanile (Istat, Noi Italia, 2014)

Giovani che non lavorano e non studiano (Istat, Noi Italia, 2014)

Disallineamento tra domanda e offerta di lavoro (skill mismatch)
mismatch

 

 

Tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.