Smart Tourism Guide: la prima app gratuita in alta comprensibilità per visitare l’Europa

​Nell’ambito del progetto Turisti non per caso (finanziato dalla Comunità europea per il Programma Gioventù in azione Sub-action 4.4 – Youth support systems – Projects encouraging innovation and quality – Call for Proposals EACEA/19/2012), l’Associazione Italiana persone Down (Aipd), in collaborazione con le diverse associazioni nazionali, ha realizzato guide turistiche di diverse città (Roma, Dublino, Lisbona, Venezia, Praga, Budapest e La Valletta).
app-smart-tourismTutte le guide sono state scritte con un linguaggio altamente comprensibile da redazioni composte da persone con sindrome di Down o con altre disabilità intellettive e testate prima della pubblicazione. Sono rivolte a tutti i turisti che vogliono visitare le città guidati da informazioni utili e accessibili. E ora le guide sono anche fruibili come applicazioni per dispositivi mobili e sono disponibili negli store Apple e Android.

Martedì prossimo, 27 maggio, alle 10.30, viene presentata a Roma, in via IV novembre 149 (Sala delle Bandiere – Commissione Europea), la guida della città di Venezia, l’ultima redatta nell’ambito del progetto Turisti non per caso. Nel corso dell’evento viene mostrato anche il nuovo sito web www.smartourismguide.com​ dove sono scaricabili gratuitamente le sette guide in pdf e la nuova app smartourism (per iOS e Android) che permette di consultare la guida su smartphone e tablet. Sito e app sono multilingue.

In Europa vivono circa un milione di persone con disabilità intellettiva la cui aspettativa di vita negli ultimi anni è molto cresciuta. La diffusione gratuita on line e su app della guida redatta in linguaggio ad alta comprensibilità la rende fruibile da parte di un numero elevato (decine di migliaia) di giovani di lingua italiana, inglese, ungherese, maltese e ceca con disabilità intellettiva o con altri svantaggi – come ad esempio difficoltà linguistiche e culturali – cui viene dunque dato modo di viaggiare in forma molto più attiva e partecipativa.
Il progetto Turisti non per caso ha offerto ai partecipanti anche un modello di lavoro per giovani con disabilità intellettiva riproponibile anche in altri contesti territoriali e culturali.

Il programma

  • Apertura dei lavori e saluto, David Radcliffe, Direttore ufficio Parlamento europeo in Italia
  • Intervento, Giulia Ceriani Sebregondi, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
  • Presentazione della nuova app e sito, Anna Contardi, Coordinatrice nazionale Associazione Italiana Persone Down
  • Presentazione Guida di Venezia, Michela Gianola, redattrice con sindrome Down e Francesca Pinto, coordinatrice AIPD Venezia
  • Intervento, Vincenzo Falabella, Presidente FISH
Tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.