Cosa fa un cool hunter? E il car tuner? Confartigianato lancia valorizzati.it

Quanti sono i mestieri possibili? Confartigianato lancia un nuovo portale, che permetterà via web di scoprire i diversi mestieri, circa 870, dal ceramista al liutaio, dal restauratore di opere d’arte all’odontotecnico, fornendo per ogni attività le informazioni su scuole e istituti, presenti sul territorio, in grado di dare le competenze necessarie.

valorizzatiIl sito www.valorizzati.it è una sorta di ”bussola” che ‘orienta i giovani sulle opportunità occupazionali di centinaia di attività artigiane dai mestieri tradizionali, come il falegname o il sarto, a quelli più innovativi, come lo stampatore 3D o lo sviluppatore app, senza trascurare lavori particolari, come il cioccolatiere.
L’obiettivo è ridurre la distanza che separa i giovani e la scuola dal mondo del lavoro e offrire alle nuove generazioni concrete occasioni di conoscenza della realtà imprenditoriale artigiana e opportunità di formazione in azienda.
E tra i mestieri censiti non mancano attività di ultimissima generazione, come il cool hunter, ovvero il selezionatore di nuove tendenze, o il car tuner, traducibile come il personalizzatore di auto.

Il portale www.valorizzati.it è stato presentato ieri in occasione della firma del protocollo d’intesa Garanzia Giovani, tra Confartigianato e ministero del Lavoro, siglato dal ministro Giuliano Poletti e dal presidente Giorgio Merletti. Grazie al protocollo le aziende dell’artigianato associate all’organizzazione (circa 500mila) potranno accreditarsi, tramite le associazioni territoriali, al ministero del Lavoro, offrendo le loro disponibilità per stage e tirocini.
“Bisogna utilizzare l’opportunità del Piano nazionale Garanzia per i Giovani – ha sottolineato il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti – per definire un sistema di orientamento e di sostegno al lavoro che, al pari degli altri Paesi europei, offra ai giovani un percorso di continuità e coerenza tra istruzione, formazione, esperienze on the job e inserimento lavorativo con contratto di apprendistato. A questo proposito, l’apprendistato è lo strumento fondamentale per avvicinare i giovani al mondo del lavoro e per trasmettere le competenze tipiche delle attività che hanno fatto grande il made in Italy nel mondo. L’Italia deve investire su questo contratto che coniuga il sapere e il saper fare, e che ha formato generazioni di lavoratori ma è stato anche la ‘palestra’ per migliaia di giovani che hanno creato a loro volta un’impresa”.

Bookmark the permalink.

Comments are closed.