La sfida dell’istituto Da Vinci: la scuola diventa meta turistica

Se siete dei frequentatori del centro di Roma non dovrete stupirvi se tra qualche mese, appena il passaparola avrà fatto la sua parte, sarete fermati dai turisti che vi chiederanno non dove si trova il Colosseo ma bensì come si raggiunge la scuola Da Vinci. Una scuola può diventare un’attrazione turistica? Provate a immaginare uno scenario futuro in cui la scuola torna ad essere al centro della città…

Intanto domani non mancate a questo straordinario appuntamento: presso la storica scuola romana, l’istituto d’istruzione superiore Leonardo Da Vinci, in via Cavour, a due passi dalla stazione Termini, viene inaugurato un originale progetto di alternanza scuola lavoro “The School Living Museum – Museo senza frontiere”, fortemente voluto dalla dirigente scolastica Gianna Renzini.

A partire dalla 11.30 gli studenti illustreranno i reperti del Museo della Scienza presente nell’Istituto nelle diverse lingue di studio (inglese, francese e spagnolo) nonché in cinese e russo per i turisti presenti nell’area del Foro Romano e del Colosseo. L’iniziativa ha lo scopo di ridare protagonismo agli studenti quali future guide turistiche e nel contempo apre lo spazio museale al territorio valorizzando l’Istituto come luogo d’arte, cultura e turismo.

biblioteca piano terra1Il “Leonardo Da Vinci” è il più antico Istituto tecnico di Roma e il terzo in Italia, dopo quelli di Milano e Torino. È stato fondato all’indomani dell’Unità d’Italia per rispondere alla necessità d’integrazione fra una cultura umanistica e una cultura tecnico-scientifica, integrazione indispensabile alla formazione d’una classe dirigente e produttiva di un paese con precisi programmi di modernizzazione. Il libro, lo strumento scientifico, il fossile, furono gli emblemi di una formazione culturale e di un’educazione necessari a un paese moderno.

 

Bookmark the permalink.

Comments are closed.