Ministro Poletti: è pronto il piano Garanzia giovani per i Neet

Secondo le ultime stime dell’Ufficio statistico dell’Unione europea (Eurostat) i Neet italiani, i giovani che non studiano e non lavorano, sono il 26 per cento dei giovani tra 15 e 29 anni. Percentuale cresciuta di oltre due punti nell’ultimo anno, contro una media europea del 15,8 per cento. Ma quali sono le politiche del governo per contrastare questa emergenza?
Il piano Garanzia giovani partirà il primo maggio, ”come previsto”. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, in un’intervista al quotidiano L’Unità, conferma la data simbolica per l’attivazione del portale dedicato ai giovani e voluto dal governo Letta. Il piano interesserà i giovani tra i 15 e i 29 anni: ”tutti quelli che non studiano, non lavorano, non stanno seguendo nessun corso formativo – spiega Poletti -. I cosiddetti Neet. Per loro, dal primo maggio è possibile registrarsi al portale. Tutti verranno chiamati da un’agenzia per l’impiego regionale o privata convenzionata per un colloquio, da cui scaturirà un profilo. Sulla base di questo profilo entro 4 mesi sarà fatta una proposta concreta”. Il ministro parla anche del Decreto lavoro ora in Senato per la seconda lettura e della possibilità di apportare nuove modifiche: ”È normale che il senato svolga la sua funzione che è quella di esaminare il testo e quindi anche di emendarlo. Il dato importante per me – ribadisce Poletti – , è che si rimanga fedeli agli elementi di fondo del decreto e che si rispettino i tempi per la conversione in legge”.

prima-pagina-unitàLe ultime due interviste rilasciate ai quotidiani dal ministro Poletti

“Il mio piano per i giovani. Decreto lavoro va bene così”
di Bianca Di Giovanni
L’Unità, 28 aprile 2014

Lavoro ai giovani, ora se ne occuperà la comunità tutta
di Francesco Riccardi
Avvenire, 27 aprile 2014

Bookmark the permalink.

Comments are closed.