Ragazze e tecnologia: è strategica l’educazione per la vita

La difficoltà di accesso al mondo del lavoro accumuna i giovani uomini e le giovani donne, ma le ragazze scontano criticità ancor maggiori. E le difficoltà sono ancora oggi anche di tipo educativo, legate ai modelli dell’infanzia. Il dato emerge dalla ricerca “Occupazione – Istruzione – Educazione: le trappole nascoste nel percorso delle ragazze verso il lavoro“, realizzata da McKinsey & Company e Valore D e illustrata oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione della Nuvola Rosa.

I dati sono stati anticipati dal Corriere della Sera in edicola con un’intervista alla curatrice, Roberta Marracino.
Perché le ragazze non scelgono le materie tecnico-scientifiche
di Marta Serafini
Leggi l’articolo [in formato pdf]

Occupazione-istruzione-educazioneCosì conclude la ricerca: “Il percorso delle ragazze verso il lavoro deve essere da una parte più consapevole e informato, dall’altra supportato dalla famiglie, che devono essere le prime ad agire con maggiore cognizione delle influenze socio-culturali avverse alle ragazze e a stimolare i propri figli verso un maggiore benessere e mobilità sociale, indipendentemente dal genere. Autostima, capacità e competenze vanno costruite nel tempo in modo coerente, tenendo certamente conto delle preferenze individuali delle ragazze ma indirizzandole al contempo verso quei percorsi formativi che ne valorizzino le attitudini e risultino anche appetibili dal punto di vista lavorativo. Dal canto loro, le aziende hanno l’obbligo di realizzare una cultura di neutralità di genere sin dall’ingresso nel mondo del lavoro, senza la quale una parte dei migliori talenti non potranno dispiegare il loro potenziale e mancheranno di una piena realizzazione”.

Possiamo a nostra volta concludere che quello che sembra davvero strategico è allora un autentico programma di educazione per la vita, che coniuga conoscenze, competenze e valori. Quello che sta attuando con successo la Fondazione Mondo Digitale nei diversi progetti che in intervendono in modo specifico anche sull’emergenza dei Neet (giovani che non studiano e non lavorano) e sulla disoccupazione giovanile.

Tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.