Obiettivo laureati nel 2020: quello dell’Italia è il più basso. Perché?

Torniamo a parlare di livello culturale, di istruzione e di laureati proponendovi un lungo articolo firmato dall’ingegnere Giuseppe De Nicolao, professore ordinario all’università di Pavia, dove insegna Identificazione dei modelli e Analisi dei dati. De Nicolao è anche uno dei redattori del blog Roars.it, creato dall’associazione Return on Academic Research, che persegue finalità di carattere culturale, “relative in particolare alle politiche della ricerca, ai sistemi di valutazione, alla formazione terziaria”.

Forte della competenza nell’analisi dei dati, il professore De Nicolao prende in esame le ultime statistiche Eurostat sui laureati di 28 paesi e gli obiettivi per il 2020 di ogni nazione. Per arrivare alla seguente conclusione:

l’obiettivo dell’Italia “è mantenere l’ultima posizione e aggravare il distacco, dato che il suo target (26-27% di laureati) è il più modesto di tutta l’Unione Europea. Non ci toglierebbe dall’ultima posizione nemmeno l’ingresso nell’UE della Turchia, perché anch’essa è in procinto di sorpassare l’Italia in quanto a percentuale di laureati”.

LaureatiItaliaUltima1-310x232Laureati: Italia ultima in Europa. Obiettivo 2020: aggravare il distacco
di Giuseppe De Nicolao
Roars.it
, 14 aprile 2014

Tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.