Invecchiamento attivo con le nuove tecnologie: la storia di Olga, 84 anni

“Io sono innamorata dalla curiosità”, così Olga Benedetti, classe 1930, definisce il suo rapporto con la novità, sempre aperta e disponibile a nuove esperienze. E la sua storia è una testimonianza esemplare di invecchiamento attivo, grazie anche all’uso consapevole delle nuove tecnologie.
Olga frequenta l’Università per la terza età e il centro anziani Salvo D’acquisto, in via Marvasi a Roma, che le ha permesso di scoprire e frequentare il corso Nonni su Internet, al liceo Evangelista Torricelli, grazie all’alleanza tra scuole e centri anziani consolidata nel tempo dalla Fondazione Mondo Digitale.

Il centro anziani per Olga è diventato quasi come una seconda famiglia e le dà la possibilità di cimentarsi in tante attività diverse, dalla ceramica all’informatica. Nel XIII Municipio, ex XVIII, quello dove vive Olga, sono presenti 8 centri anziani, con oltre 4.500 iscritti, pari quasi al 15 per cento della popolazione over 65 che abita il territorio (Roma Capitale, Annuario statistico 2012).

Olga-Benedetti-invecchiamento-attivo

Olga Benedetti

Nella lunga intervista rilasciata a Cecilia Stajano, Olga racconta come è nata la sua passione per il computer, per colmare la distanza con i figli e i nipoti che lavorano lontani. Il figlio le ha regalato il portatile e la figlia la stampante. Ma poi il computer è diventato anche uno strumento per coltivare altre passioni, come la scrittura e la fotografia. E non si accontenta mai delle cose che ha imparato a fare, così quest’anno è tornata a scuola all’Ipsia De Amicis, perché le piace anche il rapporto che si crea con i giovani tutor, i volontari della conoscenza.

Quello che colpisce è la straordinaria lucidità “sociale” di Olga. Anche se la sua passione tecnologica è stata alimentata da esigenze personali, è perfettamente consapevole del valore delle nuove competenze digitali acquisite: ormai tutti gli enti, come ad esempio l’Inps, spiega Olga, ci chiedono di metterci in contatto con loro tramite il web. “E se uno queste cose non le sa fare deve impararle, anche se ha 84 anni!” conclude Olga, con un sorriso e una determinazione disarmanti.

“La tecnologia le fa paura?” Le chiede Cecilia. “A me non fa paura niente”, risponde Olga. “E le nuove tecnologie mi sono sempre piaciute. Io guido la macchina tutti i giorni dal 1961. Le tecnologie non mi fanno solo curiosità, ma mi interessano proprio!

La video intervista alla signora Olga realizzata da Cecilia Stajano [@CStajano], Innovazione nella scuola per la Fondazione Mondo Digitale

Tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.