A che punto è l’innovazione nella scuola? I migliori casi italiani su Agenda Digitale

La scorsa settimana il quotidiano Repubblica ha tracciato una mappa della scuola digitale attraverso il contributo dei colossi Ict, come Microsoft e Samsung. Oggi vi proponiamo il link all’articolo del magazine Agenda Digitale, che costruisce un panorama della scuola digitale da un punto di vista diverso, raccontando anche le numerose reti di scuole e di insegnanti.

innovazione nella scuolaScuola digitale, i migliori casi italiani
Dalle lavagne elettroniche agli iPad nella scuola dell’infanzia, dall’istituto “total tablet” al progetto “Scuola Lombardia Digitale”, passando per le stampanti 3D. Le buone pratiche ci sono, ma spesso sono lasciate alla buona volontà dei singoli (istituti o docenti). Facciamo un quadro di esempi e strumenti

Vedi anche
Scuola 2.0, i colossi dell’informatica contro il digital divide

Duemila classi digitali, ma il governo è alla finestra
Le classi sono quadruplicate in un anno. Le Lim sono a quota 100 mila. Le scuole 2.0 sono passate da 17 a 40. Però l’Ocse ci rimprovera di investire sempre troppo poco. Si aspettano le risorse del Miur e soprattutto il supporto di Governo e Parlamento
di Paolo Ferri, università Bicocca di Milano

Agenda digitale della scuola: le cose da fare in un anno
Banda larga in tutte le classi. Linee guida per i nuovi contenuti didattici. Ambienti virtuali per l’apprendimento e un framework software comune. Sono tante le cose da fare e bisognerebbe partire subito, attuando elementi già presenti nei decreti, con le buone pratiche viste all’estero
di Paolo Ferri, università Milano Bicocca

Bookmark the permalink.

Comments are closed.