Un robot di mattoncini risolve il Cubo di Rubik in 3 secondi

Così scrive l’agenzia AdnKronos: “Ha fatto a pezzi il record del campione del mondo, abbassandolo di circa due secondi. E lo speedcuber Feliks Zemdegs non ha battuto ciglio, visto che il suo rivale era (già) “a pezzi”. Infatti CubeStomer3 è un robot fatto di Lego Mindstorms, gli stessi mattoncini intelligenti che le scuole romane imparano ad assemblare e programmare al Robotic Center della Città Educativa di Roma.  Il robot costruito da Mike Dobson e David Gilday ha risolto il Cubo di Rubik in circa tre secondi contro i 5,88 del campione australiano.
cubo-rubikIl ‘rivale’ di Zemdegs, dotato di una mezza dozzina di mani, è stato presentato a febbraio alla manifestazione LegoWorld 2014, a Copenhagen. Si tratta della terza edizione del robot che, attraverso la fotocamera di uno smartphone Samsung Galaxy S3, fotografa ogni lato del cubo per determinare la posizione di tutti i colori; poi – utilizzando queste informazioni – calcola in tempo reale i movimenti necessari per risolvere il puzzle.

Il cubo di Rubik, o cubo magico, è un celebre rompicapo inventato dal professore di architettura e scultore ungherese Ernő Rubik nel 1974 ed è il giocattolo più venduto della storia (circa 300 milioni di pezzi). Il Cubo di Rubik presenta 9 quadrati su ognuna delle sue 6 facce, per un totale di 54 quadrati. I quadrati differiscono tra loro per il colore, con un totale di 6 colori differenti. Quando il Cubo di Rubik è risolto ogni faccia ha tutti i nove quadrati dello stesso colore. Il cubo, nella versione 3×3×3, può assumere ben 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta.

Tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.