Invecchiamento attivo: gli esperti raccomandano l’uso del pc agli anziani

L’agenzia Ansa segnala un nuovo studio dell’European Brain Council che raccomanda l’uso del computer agli anziani, anche malati, per mantenere sano il cervello. “Recenti studi – afferma la presidente dell’Ebc, Mary Baker – hanno dimostrato che più i soggetti malati di Alzheimer mantengono attivo il cervello con varie attività, come l’uso del pc, più il declino cognitivo rallenta”. Per gli esperti occorre incentivare l’informazione tra i cittadini profittando del 2014 proclamato dal Parlamento europeo Anno europeo del cervello.

Come Fondazione Mondo Digitale, per primi abbiamo creduto nel ruolo vincente dei giovani per combattere l’esclusione sociale degli over 60, abbiamo costruito l’alleanza tra scuole e centri sociali anziani e creato un’area di interventa specifica dedicata a Invecchiamento attivo e solidarietà intergenerazionale.
Nel 2002 il primo accordo ufficiale con Ministero dell’Innovazione e Comune di Roma ha dato il via al progetto Nonni su Internet nella Capitale. Poi il riconoscimento nei piani formativi delle scuole. Abbiamo combattuto l’analfabetismo di ritorno, migliorato la qualità di vita di migliaia di anziani e responsabilizzato i nativi digitali. Oggi la metodologia di apprendimento intergenerazionale è un modello di intervento nazionale e transnazionale.

In 11 edizioni in 18 regioni italiane e 8 paesi abbiamo coinvolto:

  • 19.000 anziani diplomati
  • 15.500 studenti tutor
  • 1.400 docenti coordinatori

Formiamo gli over 60 con la formula dello scambio generazionale: gli studenti delle scuole, insegnano pc, web e tecnologia agli anziani con l’aiuto di docenti esperti. Una vera e propria scuola di welfare.

Nonni su Internet per l'invecchiamento attivo

Tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.