Giornata europea della privacy con il convegno “Educare alla Rete”

In occasione dell’Giornata europea della protezione dei dati, iniziativa promossa dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Commissione Ue e di tutte le Autorità europee per la protezione dei dati personali, il Garante privacy ha promosso il convegno “Educare alla rete. L’alfabeto della nuova cittadinanza nella società digitale“, che si tiene domani, 29 gennaio, alle 11.30, a Roma, a piazza di monte Citorio, 123/A.

Ai lavori, aperti da Antonello Soro, presidente del Garante privacy, intervengono Maria Chiara Carrozza, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Caio, commissario di Governo per l’attuazione dell’Agenda digitale e Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai.

La Rete non è una realtà parallela ma è lo spazio in cui si dispiega una parte sempre più importante della nostra vita. Vita reale e vita virtuale sono sempre più connesse e la rivoluzione digitale che trasforma in dati porzioni sempre più rilevanti delle nostre esistenze pone problemi nuovi per le nostre libertà. Tutti gli attori istituzionali, ma anche media, associazioni di categoria, mondo del web, sono chiamati a misurarsi con le sfide di questa complessa fase di transizione e a individuare e promuovere “l’educazione della persona digitale”, una sorta di nuova educazione civica, rivolta a tutti i cittadini, agli operatori, agli utenti della Rete senza distinzione di età o di ruoli.

La Vicepresidente Viviane Reding, commissaria Ue per la Giustizia, oggi ha esortato a stabilire un “Patto di protezione dei dati personali per l’Europa” (speech/14/62). Gli esperti della Commissione europea hanno risposto alle domande sulla protezione dei dati personali in una chat in diretta su Twitter, aperta dalle ore 12.00 alle 13.30 (hashtag #EUdataP e #EUchat).

Tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.