Parte la campagna “Vita da social” contro il cyberbullismo

Il progetto di sicurezza nell’uso della Rete, promosso dalla Polizia di Stato, è dedicato soprattutto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, agli insegnanti e ai familiari. All’interno di un autocarro gli specialisti della Polizia postale delle comunicazioni illustreranno a tutti i visitatori, studenti e famiglie, le principali insidie della Rete, fornendo consigli per una navigazione sicura. Dopo la prima tappa a Roma per il lancio ufficiale con le scuole, “Una vita da social” prosegue fino al 25 maggio, per attraversare l’Italia in lungo e in largo in 33 tappe nelle maggiori città di ogni regione. La campagna si può seguire sulla pagina Facebook dedicata.

“L’iniziativa – sottolinea il prefetto Alessandro Pansa – vuole fare in modo che Internet possa essere vissuto da tutti, a partire dai banchi di scuola, come un’opportunità e non come un pericolo”.
“Il divario fra la conoscenza digitale dei giovani e degli adulti – ha continuato il Prefetto – è enorme e così per i giovani i genitori non possono essere né modelli né maestri, perché in rete il più delle volte non sanno andarci. In rete ci si relaziona con un mondo intangibile, ci sono tante insidie e i genitori devono comunque rimanere un punto di riferimento, una guida”.
“L’iniziativa nasce principalmente contro il cyberbullismo – ha spiegato Pansa – ovvero contro forme di bullismo esasperate che, allargandosi a un numero indeterminato di soggetti, rendono la vittima più debole e possono portare spesso a gesti inconsulti”.
La seconda più importante minaccia “è l’adescamento – ha aggiunto il capo della Polizia – che può avere soltanto fini economici e commerciali, essere finalizzato alla truffa o al furto di denaro, ma che altre volte serve ad attrarre giovani e ragazze a incontri o appuntamenti che poi possono finire in maniera tragica”.
“Una Vita da Social – ha concluso il capo della Polizia – è un esempio positivo di collaborazione fra pubblico e privato. Mette insieme tante competenze e conoscenze, da oggi a disposizione dei ragazzi”.

Il video contributo di Fiorello per la campagna

Tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.