Cyberbullismo: al via consultazione sul codice di autoregolamentazione

Il cyberbullismo è “l’insieme di atti di bullismo e di molestia effettuati tramite mezzi elettroni ci come l’e-mail, la messaggistica istantanea, i blog, i telefoni cellulari e/o i siti web posti in essere da un minore, singolo o da in gruppo, che colpiscono o danneggiano un proprio coetaneo incapace di difendersi” (dalla bozza del Codice di autoregolamentazione per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo).

È stata approvata la prima bozza del Codice di Autoregolamentazione per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo, anche a seguito dei gravi fatti di cronaca che hanno visto alcuni giovanissimi arrivare a gesti estremi dopo essere stati oggetto di insulti e diffamazioni su Internet.

Al tavolo, presieduto dal vice ministro dello Sviluppo economico Antonio Catricalà, partecipano rappresentanti delle Istituzioni (Mise, Agcom, Polizia postale e delle comunicazioni, Autorità per la privacy e Garante per l’infanzia), delle Associazioni (Confindustria digitale, Assoprovider ecc.) e degli operatori (Google, Microsoft ecc.).

Il Codice concordato è stato pubblicato on line ed è aperto alla consultazione pubblica per 45 giorni a partire da oggi, mercoledì 8 gennaio, per ottenere ulteriori suggerimenti dagli utenti del web. Contributi e osservazioni possono quindi essere inviati entro il 24 febbraio 2014 all’indirizzo di posta elettronica antonio.amendola@mise.gov.it.

Bozza del Codice di Autoregolamentazione (pdf, 100 kb)

Per informazioni
Ministero dello Sviluppo economico
Segreteria Vice Ministro Antonio Catricalà
L.go Pietro di Brazzà 86 – 00187 Roma
Tel. 06 5444 9658

Per approfondire
Eurispes / Telefono azzurro, Cyberbullismo e sexting
Polizia di Stato, Cyberbullismo
FMD, Genitori su Internet

cyberbullismo

L’incontro con la Polizia Postale presso l’Istituto comprensivo di via dell’Areoporto nell’ambito del progetto Genitori su Internet.

Tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.