Raccolta fondi: dalla filantropia al crowdfunding

Per raccolta fondi (o fund raising in inglese) si intende una serie di strategie messe a punto dalla organizzazioni, soprattutto non profit, per reperire risorse da destinare al sostegno di cause sociali. Gli strumenti di raccolta fondi sono molti, dal direct mail al 5 per mille, dalla sponsorizzazione alla filantropia, dal direct marketing al crowdfunding.
Il professionista che raccoglie fondi è definito fundraiser. L’organizzazione non profit, a differenza dell’impresa commerciale, è tenuta a reinvestire eventuali utili in nuove attività socialmente utili.

Una campagna di raccolta fondi efficace si basa su tre principi:

  • trasparenza (donatori, destinatari e organi di controllo devono essere costantemente informati sulle attività di raccolta fondi)
  • rendicontabilità (l’ente beneficiario rende conto delle attività svolte con diversi strumenti, come il bilancio di esercizio e il bilancio sociale)
  • accessibilità (donatori e destinatari hanno diritto a reperire e ricevere informazioni).

Le attività filantropiche e caritative sono tra le più antiche pratiche di raccolta fondi (XII secolo) e oggi si sono evolute: il filantropo non è più una persona isolata che destina parte dei suoi averi per cause nobili… Si parla di corporate philantropy, cioè pratiche elaborate e poste in essere da un’impresa. Possono definirsi moderne forme di filantropia anche quelle attuate dalle fondazioni bancarie o la venture philanthropy che, a differenza della donazione tradizionale, contempla una strategia di investimento completa.

Il crowd funding o crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) è un processo di finanziamento collaborativo, dal basso, che mobilita persone e risorse. Le piattaforme di crowdfunding, i siti web che facilitano l’incontro tra la domanda di finanziamenti da parte di chi promuove i progetti e l’offerta di denaro da parte degli utenti, possono essere generaliste, progetti di ogni area di interesse, o tematiche, specializzate in progetti di particolari settori.

Bookmark the permalink.

Comments are closed.