Scuola, l’alfabeto delle contraddizioni

le contraddizioni della scuolaA come abbandono scolastico, B come bisogni educativi speciali, C come Costituente della scuola e così via fino alla lettera Z che sta per zaini.
Il quotidiano Corriere della Sera, in edicola oggi, ultimo giorno dell’anno, ripercorre lettera per lettera le contraddizioni della scuola italiana.

e-book in edifici vecchi più di 50 anni
Le contraddizioni della scuola 2014
di Valentina Santarpia

Corriere della Sera, 31 dicembre 2013
Leggi l’articolo integrale in fomato pdf

Il sistema dell’istruzione italiano e la sfida della modernità
Indietro: indietro rispetto all’Europa, rispetto agli standard dell’Ocse, rispetto alle esigenze e alle aspettative delle famiglie, rispetto al mondo del lavoro. La scuola italiana pubblica fa fatica a tenere il passo con la modernità, e sempre più spesso gli studenti bravi e volenterosi sono costretti a rivolgersi a istituti privati o a trasferirsi all’estero per essere valorizzati. Strutture fatiscenti e inadeguate a ospitare ragazzi con handicap fisici o psichici, insegnanti demotivati e precari, strumenti digitali appannaggio solo di pochi fortunati, incapacità strutturale di creare un’alleanza tra aule e aziende, e risorse scarse, che divise tra mille esigenze non riescono a coprire le falle del sistema. Ma qualche timido segnale di volontà di miglioramento si intravede: il decreto istruzione stanzia fondi per la formazione degli insegnanti, peri docenti di sostegno, per il welfare degli studenti. Sono questi i segnali che vanno amplificati, per cominciare a compiere qualche passo in avanti.

Bookmark the permalink.

Comments are closed.