Educazione per la vita: “lasciateli giocare”

Navigando nelle pagine del sito della Fondazione Mondo Digitale capita spesso di incontrare le parole gioco o ludico, anche quando si parla di materiali didattici. Ma imparare giocando è davvero così importante nell’educazione per la vita? Nel modello elaborato da Alfonso Molina il gioco è un elemento fondamentale per sviluppare la creatività e le abilità sociali, competenze fondamentali nell’educazione del 21° secolo. E anche i manuali, come ad esempio quelli di robotica educativa, possono fare un uso diffuso di giochi interattivi.

Free-to-learnPeter Gray, psicologo e ricercatore del Boston college, dalle pagine del magazine Aeon lancia un’interessante provocazione che ci ripropone in italiano il settimanale Internazionale: “Lasciateli giocare”. L’ultimo lavoro di Gray è il libro Free to learn (Basic Books 2013).

Oggi i bambini non hanno più tempo per giocare tra di loro. La vita a scuola e nel tempo libero è gestita e organizzata dagli adulti. Ma solo giocando possono acquisire le abilità sociali che gli serviranno da grandi: ascoltare gli altri, essere creativi, gestire le emozioni e affrontare i pericoli.

Lasciateli giocare
Peter Gray, Aeon, Regno Unito. Foto di Alain Laboile
Internazionale, n. 1031, 20-26 dicembre 2013
Leggi l’articolo [in formato pdf]

 

 

Tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.